bioraffineria Descrizione

PIANTE PER BIORAFFINERIA

La bioraffineria è l’insieme dei processi chimici, fisici e biologici di conversione della biomassa vegetale che consente di ottenere materiali, composti chimici e prodotti finiti ad alto valore aggiunto a partire da piante coltivate ad uso non alimentare.
Ovviamente la scelta della giusta varietà da seminare e l’applicazione delle corrette pratiche colturali sono alla base del successo di questa nuova produzione agricola.
Le piante per bioraffineria devono avere adattabilità all’ambiente mediterraneo e ottima resistenza agli sbalzi termici.
Inoltre:

  • sono ottime colture da rinnovo e in avvicendamento con i cereali sono in grado di esaltarne la produttività;
  • migliorano la struttura del terreno e la fertilità complessiva;
  • i residui colturali apportano al terreno una grande quantità di biomassa.

Grazie all’uso di recenti selezioni adatte allo scopo  Triumph Italia è in grado di proporre varietà dotate di elevate potenzialità produttive coniugate ad una spiccata adattabilità ai differenti areali italiani.
Le piante per bioraffineria presentano importanti sbocchi commerciali in quanto sono considerate piante ad utilizzo integrale di tutte le sue componenti (olio, pannelli di disoleazione, residui colturali, ecc.).
In particolare l’olio è utilizzato sia per fini energetici (è particolarmente adatto alla trasformazione in biodiesel) sia per la produzione di biopolimeri, sia come biolubrificanti in quanto la presenza dell’acido erucico, un acido grasso a lunga catena, conferisce all’olio ottime proprietà antiattrito.

©
design .comunico