applicazioni Protocollo di impiego nel rinnovo dei frutteti

L’impiego della Biofumigazione nel frutteto risolve i problemi di stanchezza del terreno.

La necessità di rinnovare frequentemente un frutteto e la limitata disponibilità di terreni vocati, sta incrementando i fenomeni di stanchezza in generale e più in particolare la presenza del fungo Armillaria mellea che provoca il marciume radicale e la morte della pianta. Pesco, melo, pero, actinidia e uva da tavola presentano i sintomi più evidenti: crescita lenta, ritardo nell’entrata in produzione, fallanze. >>Continua

biocide BIOMIX

foto x biomixBIOMIX IN BREVE

Miscela di Brassicacee appositamente selezionate.

Azione miglioratrice.

Indicato su frutteto e  vigneto.

VANTAGGI FUNZIONALI

EROSIONE: grazie allo sviluppo della pianta riesce a contenere l’erosione dei suoli e il ruscellamento nei terreni in pendenza.

STRUTTURA: grazie alla capacità esplorativa dlle radici (fino a 70 cm) riesce ad effettuare un’ottima lavorazione meccanica del suolo andando a rompere gli strati compatti anche in profondità.

>>Continua

homepage, pubblicazioni Biofumigazione

Una tecnica consolidata con molte prospettive di sviluppo.

La tecnica della biofumigazione consiste nell’applicazione di sostanze naturali dotate di attività biologica contro i patogeni del suolo e più in generale per una gestione sostenibile della fertilità chimica e biologica dei terreni.

Grazie al sovescio di piante biocide appositamente selezionate o all’utilizzo di altri prodotti da esse derivate, recentemente sviluppati dalla ricerca italiana (fieni, farine, pellet, ecc.), molte aziende orticole italiane sono riuscite a ridurre l’impiego di prodotti chimici nella gestione delle colture attraverso un incremento della fertilità complessiva del terreno tale da permettere nel breve ma soprattutto nel medio periodo un incremento della resa e della qualità merceologica delle produzioni. >>Continua

biocide NEMAT

nemat_img

NEMAT IN BREVE

Duplice azione: pianta trappola nematocida durante la coltivazione e pianta biofumigante al momento dell’interramento. Particolarmente efficace contro i nematodi

VANTAGGI FUNZIONALI

Unica tra le specie biocide di uso comune, NEMAT, specificatamente selezionata per le proprietà biocide, si caratterizza per la presenza di glucosinolati sia nella radice che nella parte aerea. Il suo impiego consente dunque una duplice azione: trappola durante la coltivazione e biofumigante al momento dell’interramento. Nei diversi ambienti può essere coltivata in tutte le epoche, ma se seminata a ciclo primaverile – estivo (con sussidio irriguo di soccorso) risulta più efficace perchè in questo periodo i nematodi risalgono negli strati superficiali del terreno e sono più sensibili all’effetto trappola. >>Continua

biocide ISCI 99

isci99_imgISCI 99 IN BREVE

Pianta biocida ad elevato contenuto in glucosinolati.
Adatta al sovescio biofumigante in serra.
Adattabile alle più diverse condizioni  pedoclimatiche.

VANTAGGI FUNZIONALI

Nuova costituzione genetica, selezionata per l’utilizzo come pianta biocida intercalare, presenta un più alto contenuto di glucosinolati biofumiganti.
ISCI 99, caratterizzata da un breve ciclo di coltivazione e una precoce fioritura in estate, permette di realizzare la biofumigazione in soli 45 giorni. Particolarmente adatta al sovescio biofumigante in serra. >>Continua

©
design .comunico